Bitcoin. Ethereum e Ripple: quale criptovaluta preferire

Le principali criptovalute sono Bitcoin, Ethereum e Ripple.

Le 3 monete virtuali si sono rivelate, a fasi alterne, buoni o cattivi investimenti. Quale dobbiamo preferire?

Bitcoin, la prima criptovaluta della storia

Nel 2008 la Bitcoin, la prima delle valute virtuali, é stata creata.

A seguire sono state aggiunte altre criptovalute, tra cui Ethereum e Ripple.

Comprare Bitcoin significa investire in un network molto resistente che, come spiegano gli esperti di Bitvavo.com durante il tempo ha tenuto duro contro altre avversarie come l’Ethereum.

In questo momento il prezzo del Bitcoin é in ascesa. A fine aprile 2019 é giunto a superare i 5.000 USD superando ampiamente le previsioni degli analisti che ci avevano annunciato che avrebbero superato i 10.000 USD entro fine 2019.

Il percorso sembra essere quello e, tuttavia, é probabile che il la corsa ci porti a questo traguardo molto prima.

Sicuramente la Bitcoin ha il più alto valore di capitalizzazione di mercato, circa 88,3 miliardi di euro a fine aprile 2019.

Sicuramente, nonostante lo scetticismo generale che ha investito la criptovaluta in questi ultimi mesi, per gli interessati alla Bitcoin comprare potrebbe essere la scelta migliore ora come ora.

Ethereum

Molto spesso quando si parla di comprare Ethereum si fa riferimento alla cripto valuta come alla seconda moneta virtuale in termini di capitalizzazione.

A dire il vero, negli ultimi tempi, l’Ethereum ha raggiunto un livello ottimale. Ha superato il rialzo del +6,53% e continua l’ascesa.
Chi vuole fare operazioni di investimento su questa valuta virtuale ha eccellenti opportunità di guadagno e può scegliere due strade:

  • comprare Ethereum;
  • investire su contratti per differenza (CFD) con l’Ethereum come sottostante.

Ora come ora, entrambe le soluzioni sono profittevoli.

La prima opzione consente di investire direttamente sulla moneta virtuale. Anche la seconda opzione di investimento, tuttavia, atteso il crescente rialzo di questa valuta, é molto redditizio.

In questo secondo caso non si investe tanto sulla moneta quanto sul contratto differenziale che ha la criptovaluta in posizione di sottostante.

Ripple, conviene o no?

Ripple o XRP é un’altra moneta concorrente della Bitcoin.

Le due criptovalute hanno un sistema diametralmente opposto.

La prima non ha un sistema di espansione integrata come la seconda e ha un sistema centralizzato. L’azienda centrale creatrice del Ripple ha annunciato a chi vuole comprare Ripple che venderà un miliardo di XRP ogni mese.

Facendo per chi vuole comprare Ripple online ci sarà un grado di prevedibilità superiore.
Il futuro del Ripple sembra roseo perché ha un sistema di pagamento veloce che non necessita del processo di mining o estrazione. Inoltre, ha allineato le partnership con varie Banche e istituti di credito come Unicredit, UBS e RPC.

Conclusioni

A prescindere dalla scelta finale, Ethereum, Bitcoin o Ripple, investire su una delle monete virtuali si rivela potenzialmente un investimento potenzialmente molto redditizio.

Autore dell'articolo: berna00